implantologia

Impianti Dentali

Per implantologia (dentale) si intende quell'insieme di tecniche chirurgiche atte a riabilitare funzionalmente un paziente affetto da edentulismo totale o parziale mediante l'utilizzo di impianti dentali

Cosa sono?

Gli impianti dentali sono una tecnica odontoiatrica che permette la sostituzione di un dente naturale con uno artificiale.

Un impianto è composto da una particolare vite realizzata in titanio che, tramite chirurgia, viene inserita nell’osso sostituendo la radice del dente mancante.

L’impianto si unisce con l’osso e dopo circa un mese riuscirà a sostenere una capsula di ceramica che riprodurrà perfettamente un dente vero.

Oggi si può richiedere un impianto immediatamente dopo aver estratto un dente.

Cosa che è molto gradita dai pazienti in quanto possono migliorare fin da subito l’aspetto estetico del proprio sorriso.

E’ possibile anche installare più impianti nella stessa seduta senza provare alcun dolore.

Se necessario potrai ricostruire un’intera arcata e in pochissimo tempo avrai denti sani ed esteticamente perfetti!

Vantaggi degli impianti dentali

Gli impianti dentali possono sostituire uno o più denti, fino all’intera arcata ricoprendo tutte le sue funzionalità, dalla masticazione al lato estetico.

L’implantologia dentale permette di ottenere dei denti che sono per caratteristiche e funzionalità come i denti naturali.

Il tasso di successo riscontrato in questa terapia molto alto, circa il 99.9%.

L’impianto non va ad influire sugli altri denti, diversamente dai ponti.

Riescono a fornire una perfetta stabilità e a prevenire l’artrofia.

Importantissimo vantaggio è la durata: gli impianti per tutta la vita nella maggior parte dei casi, sono quindi una soluzione definitiva.

L’implantologia dentale può essere quindi considerata come una soluzione definitiva.

Quali sono le fasi della procedura chirurgica per l’inserimento di impianti?

L’inserimento chirurgico di questi impianti è rapido e viene effettuato in anestesia locale in pochi minuti.

Procedura di inserimento

Analizziamo ora come si svolge la procedura di inserimento di un impianto dentale:

– La gengiva interessata viene anestetizzata.
– Si fa una piccola incisione in questa zona per separare la gengiva dall’osso.
– Con una fresa a pallina si inizia ad incidere la parte esterna dell’osso.
– Quando si è formato il foro, lo si allarga con altre 2.
– L’osso viene idratato durante tutta l’operazione per evitarne il riscaldamento.
– Si allarga il foro con una fresa di calibro per raggiungere la misura che si desidera.
– L’impianto viene inserito all’interno della fessura appena creata.
– L’impianto viene avvitato con il dispositivo di trasporto.
– Il dispositivo viene rimosso.
– All’impianto dentale viene avvitata una vite che aiuterà la gengiva durante la guarigione.
– Verranno applicati dei punti di sutura per chiudere l’intero impianto in modo fisso.

Quando il lavoro è completato, ci vorrà un mese circa per far ricrescere la gengiva completamente.

In conclusione, vi sarà il seguente iter da eseguire:

– svitare la vite precedentemente inserita.
– Prendere l’impronta della posizione dell’impianto all’interno della dentatura.
– Scegliere la giusta misura del dente nuovo.
– Infine, i punti di sutura vengono estratti dopo una settimana.

Domande Ricorrenti

L’intervento per inserire impianti dentali è doloroso?

L’intervento per l’inserimento di impianti dentali non è affatto doloroso.

Per molti professionisti, questa è un’operazione quotidiana che viene effettuata in breve tempo.

Molti pazienti immaginano che questo intervento sia traumatico e possa influire sul proprio benessere futuro, in realtà non è così.

L’intervento per inserire gli impianti dentali viene effettuato senza problemi e senza causare particolare dolore a chi ha necessità di sottoporsi a questa operazione.