laser_ad_erbio

LASERTERAPIA - LASER DENTALE CHIRURGICO A DIODO

Laserterapia  - Tencologia insostituibile  per determinati tipi di cure ai tessuti molli (gengive mucose e labbra)...
nello sbiancamento dentale professionale e intervento al frenulo linguale frenulectomie.

Come funizona

Il Laser a diodi emette un raggio di luce focalizzato ad una unica determinata frequenza/lunghezza d’onda. In tal modo, il raggio è collimato, ovvero non disperde l’energia ma è fortemente focalizzato in un punto ed è coerente. In altre parole, l’energia emessa ha le seguenti caratteristiche:

      • frequenza e lunghezza d’onda ben precisa (monocromaticità)
      • direzionalità cioè collimazione del raggio senza divergenza
      • coerenza, ovvero i fotoni sono sincroni con le stesse oscillazioni nel tempo e nello spazio

 

Talvolta, nel caso dei Laser a diodi possiamo trovare alcuni modelli che hanno frequenze o meglio lunghezze d’onda che generalmente sono 810 o 980 nm. Il raggio a queste frequenze risulta invisibile all’occhio umano, la parte visibile è fornita dalla luce di puntamento normalmente di colore rosso.

Andando in fondo ai dettagli, il funzionamento del Laser si basa sull’interazione tra il raggio emesso ed il tessuto biologico.  Infine, nel caso del laser a diodi, il “target” è focalizzato sul materiale scuro ovvero melanina ed emoglobina.

In conclusione questa tecnologia esplica la sua efficacia sostanzialmente sui tessuti molli.

Lo Studio da sempre attento alla ricerca e alle nuove tecnologia adotta questo sistema nel modo più efficace e professionale.